Storia

I vini VILLA VINEA provengono da una regione resa straordinaria dal suo microclima: il paesaggio collinare nella valle del fiume Tarnave, una delle zone vinicole più antiche della Transilvania, gode sia della temperatura fresca della notte, ideale per la maturazione dell’uva, che del vento secco proveniente dal sud, che ne asciuga i pendii dalla rugiada mattutina, evitando così gli effetti dell’umidità eccessiva .

Dieci anni fa l’imprenditore altoatesino Heiner Oberrauch, appassionato da sempre di viticultura, ha scelto questo territorio per realizzare il suo sogno: produrre vini assolutamente unici.Convinto anche dall’ottima composizione del terreno la cui analisi ha confermato la presenza di argilla, minerali ed altri particolari sedimenti, nel corso degli anni successivi ha coperto 32 ettari di terra con viti di origine locale, come Feteasca Neagra e Feterasca Regala, e classiche come Sauvignon Blanc, Merlot, Pinot nero, Riesling, Gewùrztraminer. Ad esse si aggiungono una speciale vite austriaca, la Zweigelt, ed una germanica, la Kerner, entrambe amate dagli intenditori.

La combinazione tra tradizione locale ed internazionale è sostenuta e curata da due esperti: Celestino Lucin, vincitore del premio miglior enologo d’Italia nel 2009, e Mihayl Denes, rinomato viticoltore locale. Le loro scelte sono state premiate alla prima degustazione ufficiale tenutasi in Romania, a Bucarest, nel 2012, durante la quale VILLA VINEA ha ottenuto 6 medaglie d’oro su 24, e nella quale il suo Gewürztraminer è stato definito il miglior vino.

L’architettura della cantina di Villa Vinea, che fu costruita e inaugurata nel 2011, si ispira alle antiche torri transilvane che maestose vigilavano sui raccolti, e che ora contribuiscono a creare un’atmosfera suggestiva. Un’atmosfera che stupisce, come i vini che nascono qui.

Le idee, il gusto e le mani esperte degli abitanti della valle del Tarnave hanno realizzato qualcosa di unico: un luogo, un’impresa, un gusto. Un assaggio, un sorso: VILLA VINEA.